Recital poetici : Spoon river

LOCANDE051Da Spoon River Anthology by Edgar Lee Masters .

Adattamento di Miriana Ronchetti

Prodotto in lingua Italiana e in Lingua Inglese

Questo spettacolo nasce da una lezione ….

La “ lezione a porte aperte” non è uno spettacolo bensì una prova , alla metà del percorso teatrale organizzata per il 18° anno da Teatro arte orizzonti inclinati, che sceglie il messaggio letterario attraverso il linguaggio del teatro, e propone, in un’atmosfera rarefatta e surreale, il capolavoro poetico della letteratura americana, assaporando lo scorrere del tempo ed il valore del silenzio, confrontandosi e misurandosi con storie di vite lontane tornate alla terra.

Edgar Lee Masters, autore di quest’opera, tradotte  da Fernanda Pivano, in queste meravigliose poesie, immagina di  far parlare alcuni degli abitanti di Spoon River che oramai dormono per sempre, là sulla collina, perché passati ad altra vita,. Ognuno di loro racconta della propria vita, dei dolori ,degli amori, delle tragedie, mettendo così in luce i vari  caratteri dell’animo umano, con rabbia e passione; raccontando quello che in vita non avrebbero mai osato rivelare. Personaggi che portano con sé una situazione, un ricordo, un paesaggio, una parola che è cosa indicibilmente sua. Gesti, simboli e parole per darci la speranza  di una vita oltre la vita.

«Si direbbe che per Lee Masters la morte – la fine del tempo – è l’attimo decisivo che dalla selva dei simboli personali ne ha staccato uno con violenza, e l’ha saldato, inchiodato per sempre all’anima.» – Lee Masters guardò spietatamente alla “Piccola America” del suo tempo e la giudicò e rappresentò in una formicolante commedia umana[…] Le spettrali, dolenti, terribili, sarcastiche voci di Spoon River ci hanno tutti commossi e toccati a fondo. (CesarePavese)

Da quando Cesare Pavese la presentò nel 1941 nella bella traduzione di Fernanda Pivano, Spoon River Anthology non ha conosciuto soste nella fortuna presso il pubblico dei lettori italiani.
E il segreto sta probabilmente nella poetica, universale verità dei personaggi di quella che è stata definita la commedia umana degli Stati Uniti. Spoon River è qualcosa infatti tra la lirica e la narrativa. La storia di una piccola città americana con le sue mille vite, ognuna chiusa nel suo dramma e raccontata attraverso le lapidi del suo cimitero.

In questa rivisitazione, ci si è proposto di rappresentare alcune delle poesie più significative come brevi frammenti di storie.
In un’atmosfera onirica e in un tempo non ben definito, tornano alla mente ricordi e immagini, e come la nebbia dal fiume, uomini e donne prendono forma e si raccontano, abitanti di una piccola cittadina del Nord America, Spoon River appunto, ma anche uomini e donne di qualsiasi luogo e di qualsiasi tempo.

Un caleidoscopico mondo, in cui ogni singolo frammento di storia, ed ogni simbolo rappresentato è lasciato anche alla libera fruizione del pubblico, ed ogni sensazione, ogni gesto quotidiano, ogni sentimento, si trasformano in un dialogo dalla forte espressività, attraverso il quale in brevi e dolenti epigrafi questi uomini e queste donne raccontano una storia, un dolore, una rivincita, una loro passione…

Allaccio elettrico: trifase 5 poli – minimo 5 kw- Anche 220 adattabile – La compagnia è autonoma di audio e luci

Teatro Arte Orizzonti inclinati – Como tel 031-526079

fax 02-70038891
www.teatroarte.it
e-mail : teatroarte@iol.it

Vai a ” Tutti gli spettacoli di Teatro Arte “